ESPOSITO BATTE L’ALMA

ESPOSITO BATTE L’ALMA

IL NUMERO 10 DEL MATELICA REGALA LA VITTORIA

MATELICA (4-3-3): Nobile; Girolamini, Girardi, Gispi, Boskovic; Perfetti, Borgese, Moretti; Giovannini (7’ st Ilari), Pesaresi (24’ st Jachetta), Esposito (47’ st Frinconi). A disp.: Sabbatucci, Dano, Vallorani, Lasku, Lecce, Bondi. All.. Clementi.

A.J.FANO (3-4-1-2): Ginestra (18’ pt Marcantognini); Salvato, Torta, Nodari; Marconi (38’ pt Falsaperla), Favo, Lunardini (14’ st Sassaroli), Bartolini; Borrelli; Sartori, Sivilla. A disp.: Lucciarini, Camilloni, Gregorini, Palazzi, Mei, Terré. All.: Alessandrini.

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia.

RETI: 15’ pt Esposito (rig.), 16’ pt Giovannini.

NOTE: spettatori 700 circa. Espulsi l’allenatore del Fano, Alessandrini, e il ds del Matelica, Dolce. Ammoniti Salvato, Pesaresi, Torta, Sartori. Angoli: 3-3. Recupero: 4’, 2’.

 

MATELICA – Esposito batte Alma Juventus Fano 2 a 0. La vittoria dei matelicesi arriva grazie al proprio numero 10 che ha spostato gli equilibri. Al 15′ Esposito viene atterrato in area da Marconi, per l’arbitro è rigore e il numero 10 ex Pescara trasforma. Un minuto più tardi Pesaseri scappa sull’out di sinistra, butta in mezzo per Giovannini che lasciato solo buca la porta. Nell’occasione si fa male Ginestra sostituito da Marcantognini. L’Alma è frastornata e paga il prezzo dal punto di vista mentale per l’1-2 terribile. Prima della fine del tempo Alessandrini toglie Marconi per Falsaperla. Nella ripresa Esposito è sempre al centro della manovra della squadra di Clementi, i granata fanno fatica a reagire. Al 60′ Borrelli tira, Nobile para ma la palla termina sulla testa di Falsaperla il cui tiro viene deviato sulla linea da Gispi. Pochi minuti dopo va vicino al gol Borrelli su punizione, bloccata in due tempi dal portiere biancorosso. L’Alma insiste, lasciando spazio al contropiede del Matelica che con Esposito fa male. Al 75′ l’ex Giulianova salta secco Salvato, arriva sul fondo e tira a giro sul secondo palo, ma l’interno del legno gli dice di no. All’80’ chiede il cambio pure Lunardini per una noia muscolare, poi nei minuti finali il risultato non cambia.

Website Security Test