LE INTERVISTE AI DUE NEOACQUISTI SIMONE PAOLINI E SAMUELE PARLATI

Dopo il centrocampista Giuseppe Sapone, è la volta degli altri due nuovi acquisti, Simone Paolini e Samuele Parlati a prendere la parola sull’inizio della loro nuova avventura in maglia granata.

“Sono entrato a contatto con il mondo del calcio all’età di 5 anni – le prime dichiarazioni di Paolini – iniziando dal Porto d’Ascoli. Successivamente, a 13 anni, sono entrato a far parte della rosa dei Giovanissimi Nazionali dell’Ascoli con la quale ho anche esordito in prima squadra contro l’Avellino (3 dicembre 2016). L’anno successivo ho giocato per la prima volta in Serie C, nel girone A, con la maglia del Pontedera e l’anno dopo con quella del Cuneo”. Paolini è anche un giocatore molto duttile, che si adatta a più moduli: “Io nasco come mezzala, ma, nell’ultimo anno a Cuneo, ho giocato sia a 2 sia a 3 che come play davanti alla difesa, ma il mio ruolo preferito resta sempre la mezzala”. A Fano ritroverà il suo compagno di reparto alla Primavera dell’Ascoli, Samuele Parlati: “Un grande amico con il quale ho trascorso dei bei momenti. Non vedo l’ora di poter tornare a condividere insieme il campo”. E si troverà, la prima di campionato, contro la squadra della sua città, la Sambenedettese. “Sarà un’emozione particolare, ma, al tempo stesso, un’occasione per mettere a nudo le mie qualità. Qui a Fano ho trovato un ambiente familiare e sereno che mi ha trasmesso grande grinta per iniziare al meglio questa nuova stagione sportiva. Ringrazio l’Ascoli per tutto ciò che mi ha dato e il DG Simone Bernardini ed il responsabile dell’area tecnica Giovanni Mei dell’Alma che mi hanno voluto fortemente e cercherò di ripagare la loro fiducia a qualsiasi costo”.

E’ cresciuto invece nella terra giallorossa del Salento l’altro ex bianconero Simone Parlati che, giunto nella Primavera leccese, è stato acquisito a titolo definitivo dall’Ascoli, per poi essere girato in prestito alla Paganese. “A Pagani mi sono trovato molto bene, complice anche la grande affinità instaurata con mister Grassadonia che mi ha aiutato tanto nel mio percorso di crescita professionale. Nella s.s. 2017/18 sono tornato ad Ascoli sotto la guida di mister Maresca prima e Cosmi poi, dove ho anche realizzato la mia prima rete in Serie B contro il Carpi (4 novembre 2017). La passata stagione sono ripartito dalla B per poi migrare a Bisceglie in C. Ed ora a Fano, di nuovo in C, insieme al mio amico Simone Paolini”. Due esperienze, dunque, nel girone C, ed ora nel B, “un girone che non conoscevo ma ho avuto modo di seguire. E’ un bel torneo, tosto, con grandi società alle spalle. Una seconda Serie B. Credo che quest’anno, entrambi i gironi (B e C) se la giocheranno a livello di coefficiente di difficoltà”. Parlati spiega anche il perchè della sua scelta granata: “Voglio avere più possibilità di giocare, farmi conoscere e mettermi in gioco per vedere fin dove posso arrivare. E ringrazio il Fano per avermi dato questa importante occasione. Quel che mi sento di dire è che darò sempre il massimo fino all’ultimo secondo. Non faccio promesse perchè non è da me, ma dico solo che darò sempre il massimo per me e per tutti. Inoltre ci tengo a ringraziare l’Ascoli, società nella quale sono stato benissimo e che non mi ha mai fatto mancare nulla”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano