PAREGGIO A MODENA

PAREGGIO A MODENA

MODENA (3-5-1-1): Manfredini; Accardi, Cossentino, Popescu; Calapai (21’st Minarini), Schiavi, Laner, Besea (9’st Ravasi), Basso (43’st Sakaj); Tulissi; Diakite. A disp.: Costantino, Brancolini, Olivera, Bajner, Zucchini, Loi, Aldrovandi. All.: Capuano.
ALMA JUVENTUS FANO (3-5-1-1): Andrenacci; Torta, Zullo, Ferrani; Lanini (32’s Zigrossi), Schiavini, Carotti, Gabbianelli, Taino; Borrelli (44’st Sassaroli); Gucci. A disp.: Menegatti, Di Nicola, Masini, Capezzani, Zupo, Camilloni. All.: Cusatis.
ARBITRO: Lorenzin di Castelfranco Veneto.
NOTE: ammoniti Borrelli, Diakite, Cossentino, Ravasi, Tulissi; angoli 9-3; recupero 0’+4’; spettatori 1000 circa (una settantina fanesi).

MODENA – Dopo una serie di 3 sconfitte consecutive, i granata tornano a fare punti a Modena pareggiando 0 a 0. Una prova caparbia viste le assenza a cui ha dovuto far fonte Cusatis che non ha potuto coinvolger Cazzola e Gualdi per squalifica, Bellemo e Favo febbricitanti. Così Torta è tornato ad indossare la fascia da capitano, Carotti è partito dall’inizio con Borrelli e Gucci davanti nel solito 3-5-2. Il primo squillo della gara è di Lanini con una bordata su cui il portiere del Modena respinge in corner. I canarini replicano con il colpo di testa di Diakitè fuori di poco. Sulla pennellata di Schiavi al 25′ Andrenacci si allunga ma la palla esce di poco. L’Alma soffre ma regge e rimane in partita. Ad inizio ripresa i fanesi potrebbero passare se il diagonale di Gucci non si fermasse sul palo. Così il Modena torna a spingere con Diakitè che al 75′ è disinnescato da Torta e Basso il cui bolide dal limite è respinto da Andrenacci. Nel finale il forcing della squadra di Capuano è contenuto dalla difesa granata. Insomma, un punto che sa di bicchiere mezzo pieno.

modena-fano_1 modena-fano_1