K.O CONTRO LA REGGIANA

K.O CONTRO LA REGGIANA

 

Il link per vedere le emozioni principali della garahttp://sportube.tv/play?titolo=Reggiana—Fano-3-1%2C-8%5EGiornata-Girone-B&id=20484&cat=106&sez=9

Reggiana (4-3-3): Perilli; Mogos, Rozzio, Trevisan, Giron; Calvano, Bovo, Angiulli (80’ Bonetto); Manconi (83’ Panizzi), Guidone, Otin Lafuente (69’ Sbaffo). All.: Colucci.
Alma Juventus Fano 1906 (4-3-1-2): Menegatti; Lanini, Torta, Ferrani, Taino; Gualdi, Bellemo, Sassaroli (65’ Gabbianelli); Borrelli; Gucci, Masini (72’ Ingretolli). All.: Cusatis
Arbitro: Sozza di Seregno
Reti: 17’ Manconi (R), 37’ Mogos (R), 54’ Angiulli (R)
Note: Ammoniti Angiulli (R), Gualdi (A). Angoli 5-0. Recupero 1’-

Reggio nell’Emilia – Tris della Reggiana e granata che inciampano nella quinta sconfitta stagionale. Manconi, Mogos e Angiulli regalano la vittoria agli emiliani, gol della bandiera fanese con Gucci nel finale. Mister Cusatis non può contare su Schiavini che ancora è alle prese con il problema al polpaccio, mentre Cocuzza, nonostante sia fuori uso per il trauma distorsivo al ginocchio destro, avrebbe saltato comunque la gara per via delle tre giornate di squalifica rimediate per la gomitata rifilata al giocatore del Teramo durante la gara contro gli abruzzesi. Il tecnico granata riparte dalla certezze che ha avuto dalla gara con la Maceratese sabato scorso lasciando invariato lo schema iniziale: dietro ci sono Lanini, Torta, Ferrani e Taino, a metà campo Gualdi e Sassaroli supportano Bellemo, davanti Borrelli ha il compito di ispirare Gucci e Masini. L’atterraggio dei granata sulla gara ispira fiducia, grazie ad un buon ordine tattico e una buona gestione della palla. Non a caso al 13’ arriva il primo squillo: la squadra di Cusatis riparte come un razzo servendo Gucci che al limite non attacca la porta e una volta chiuso dagli avversari, cerca Masini con una palla troppo sul portiere. L’Alma fino a questo momento tiene a bada la Reggiana, ma al 17’ si complica la vita da sola. Gucci retrocede in difesa per dare man forte ai suoi, inizialmente la punta toscana recupera bene palla poi cerca un disimpegno con il tacco letto da Manconi che con una serpentina supera la difesa granata battendo di mancino Menegatti. Borrelli qualche minuto dopo fa saltare dai rispettivi seggiolini i duecento tifosi granata venuti a Reggio nell’Emilia per sostenere l’Alma, con un mancino dai 25 metri che passa sotto le gambe di Perilli il quale riesce a bloccare in un secondo momento la palla sulla linea di porta. Ma è solo un fuoco di paglia perché la Reggiana inizia a pressare l’area granata e si mangia una ghiotta occasione al 31’ con Guidone che servito alla perfezione da Manconi dalla destra, di testa, da pochi passi, non trova lo specchio. Al 37’ arriva l’ipoteca degli emiliani sulla gara. Prima Giron spara una sventola di mancino che costringe Menegatti a superarsi con una deviazione in angolo, poi dalla bandierina Angiulli disegna una parabola perfetta per Vasile che, svettando più in alto di tutti, buca di testa di la porta granata. Nella ripresa la Reggiana mostra la solita convinzione lasciando poco campo all’Alma che cade per la terza volta al 54’. Angiulli spara un mancino potente da fuori, Mengatti non riesce ad opporsi e la palla entra così in porta. Gli emiliani davanti si trovano a memoria con scambi veloci tra gli attaccanti. Il poker lo potrebbe servire il neo entrato Sbaffo, bravo a tratteggiare un destro a giro chirurgico che obbliga Menegatti ad un intervento difficile. A qualche minuto dalla fine Gucci accorcia con un colpo di testa vincente, ma ormai non c’è più tempo per riaprire i giochi.

img_9413