BUON PARI

BUON PARI

MACERATESE (4-3-1-2): Forte; Ventola, Gattari, Perna, Sabato; Malaccari, Quadri, De Grazia (1’st Franchini); Turchetta; Colombi, Palmieri (13’st Allegretti). A disp.: Moscatelli, Gremizzi, Broli, Bondioli, Marchetti, Petrilli, Massei, Mestre, Bangoura, Ingretolli. All.: Giunti.

ALMA JUVENTUS FANO (4-3-1-2): Andrenacci; Lanini, Zigrossi, Ferrani, Taino; Gualdi (28’st Filippini), Carotti, Schiavini (43’st Bellemo); Gabbianelli; Germinale, Fioretti (33’st Melandri). A disp.: Menegatti, Ashong, Torta, Cazzola, Borrelli, Masini, Capezzani, Camilloni. All.: Scardovi (Cuttone squalificato).

ARBITRO: Natilla di Molfetta.

RETI: 13’pt Gabbianelli (A), 20’st Gattari (M).

NOTE: espulso al 32’st Torta (A) dalla panchina; ammoniti Zigrossi, Gualdi, Gabbianelli, Perna, Lanini, Ferrani, Germinale, Franchini, Malaccari; angoli 9-2; recupero 1’+4’; spettatori 1.600

Macerata – L’Alma pareggia 1 a 1 e dà continuità alla vittoria di Teramo, uscendo dall’Helvia Recina con 1 punto. Cuttone, con il suo 4-3-1-2, riparte dalla formazione vittoriosa contro il Teramo puntando sulla coppia offensiva formata da Germinale e Fioretti ispirati da Gabbianelli. Modulo speculare per Giunti che si affida alla qualità di Turchetta. Partenza sprint dell’Alma che al 12’ passa con Gabbianelli: sugli sviluppi di una punizione l’ex Inter supera Forte con un tiro carico di effetto. La partita è maschia con l’Alma che contiene bene le incursioni dei biancorossi che potrebbero sfruttare meglio il colpo di testa di Colombi al 40’, parato senza problemi da Andrenacci. Giunti nella ripresa butta nella mischia l’ex granata Allegretti per Palmieri. La Rata spinge e insiste soprattutto con i cross dalla sinistra di Turchetta. Sugli sviluppi di un corner al 65’ la Maceratese trova il pari con Gattari bravo con una girata a mettere la palla in rete. Non passa nemmeno un minuto che Colombi da due passi di testa manca incredibilmente lo specchio della porta difesa da Andrenacci. Cuttone ci crede e spedisce in campo Filippini e Melandri con l’intento di sfruttare al meglio le ripartenze. La Maceratese cerca il sorpasso, ma la retroguardia fanese regge. I granata hanno con Filippini una buona chance a pochi minuti dal termine con il tiro dell’ex Spal che finisce debole tra le braccia di Forte. FOTO CRONACHE MACERATESI

maceratese_fano_foto-lb-6