Mei: “L’Alma è un bene sociale e noi lavoriamo per salvaguardarlo”

Il Responsabile dell’area tecnica Giovanni Mei spiega l’importanza della società per la collettività. “L’Alma Juventus Fano è un bene sociale, e noi come ogni anno lavoriamo per salvaguardarlo. La piazza di Fano è seria, si può far calcio bene e i giovani vengono valorizzati. Uno degli obiettivi societari è ovviamente quello di valorizzare i ragazzi del Settore Giovanile, che andranno a completare la rosa della prima squadra. Per noi è molto importante anche l’aspetto sociale: i giovani hanno bisogno di esempi, e la nostra società si impegna affinché trovino tecnici veritieri, seri e qualificati per poter dare qualità al servizio, per poter dare la giusta importanza che lo sport e il calcio in questo caso meritano. Sono importanti sia gli aspetti legati alla crescita umana e anche alla crescita sportiva, per incentivare il giovane ad abituarsi alle avversità e alla resilienza in senso generale, accompagnandolo in quello che potrebbe diventare un vero e proprio mestiere senza trascurare il divertimento”.

Signor Mei, parliamo anche della Prima Squadra. Che Alma sarà quest’anno?
Stiamo monitorando diversi giocatori da tempo; naturalmente alcune situazioni le stiamo tenendo aperte, perché dipenderà anche da ciò che verrà deciso ufficialmente domani per quanto riguarda le nuove norme di autoregolamentazione.
Io sono sempre in contatto con il Direttore Generale Simone Bernardini e con mistre Marco Alessandrini per per tutto ciò che è necessario fare, perché prima raggiungiamo gli obiettivi e meglio è. Le società e i procuratori che curano i giocatori più ambiti vogliono ovviamente aspettare, anche se nessun giocatore vorrebbe andare via dall’Alma, ma chi ha molte ambizioni preferisce aspettare una serie B o una serie C che costruisce una squadra per salire.
Appena saranno note le norme di autoregolamentazione definitive sceglieremo insieme alla società la strategia da adottare, come ad esempio i ruoli dove inserire gli under e gli over. Il nostro obiettivo primario è riconfermare i giocatori in scadenza che ci interessano, anche se non sarà facile, e il piano B è quello di sostituire, qualora non riuscissimo a tenerli, questi giocatori importanti.
Noi ci concentriamo su giovani interessanti e di prospettiva, per continuare sulla falsa riga di quest’anno. I ruoli a cui pensare in primis sono portiere, difensore e attaccante. Partiamo da quelli che vogliamo, per costruire quello che è nelle nostre idee per l’obiettivo che ci siamo prefissati
“.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano