PRESENTATO IL NUOVO ALLENATORE MARCO ALESSANDRINI

E’ stato presentato questa mattina presso la sala stampa del Mancini il nuovo allenatore dell’Alma Juventus Fano. Alla presenza del neo tecnico granata, il DG Simone Bernardini ed il Responsabile dell’Area Tecnica Giovanni Mei.

Ad alzare il sipario è stato il DG fanese Bernardini: “Presentiamo il nuovo allenatore che conoscete meglio di me. Lo abbiamo scelto con convinzione perchè siamo consapevoli del suo lavoro sotto il profilo sia tecnico che gestionale che motivazionale. Quando ci ho parlato su indicazione del Presidente Gabellini, ho avuto subito il sentore che avesse la giusta determinazione per raddrizzare questa stagione complicata e sono contento oggi di ripresentarvelo”.

Marco Alessandrini (allenatore AJ Fano): “E’ una scelta non priva di pensamenti e valutazioni perchè è una situazione precaria. Non sto qui a giudicare di chi siano le colpe, nella vita bisogna guardare avanti, quello che è stato è passato e non serve a niente. Con tutta onestà devo dire che avevo visto il Fano e mi aveva dato una bella impressione ed il merito è dell’allenatore che c’era prima che ha cercato di dare una mentalità e di avere un gioco propositivo. Però quando le cose non funzionano – a volte è capitato anche a me – succedono questi avvenimenti. Questa situazione agli occhi di tutti è chiara, difficile, ma è altrettanto vero che un allenatore vive di queste situazioni, di scommesse, di elementi che vorrebbe riuscire a cambiare. Mi è già successo anche in Serie C; nonostante qualcuno dica che ho fatto solo la D, in realtà per vent’anni ho fatto il professionismo e queste situazioni mi sono già capitate. Ma è altrettanto vero che quando si subentra bisogna cercare di lavorare nel modo giusto. Come ho sempre detto, solo attraverso un lavoro quotidiano, guardando molto più in là della partita che è vicina e lavorando sui concetti alla base del calcio, si può trovare la strada giusta. Ciò non significa che l’allenatore precedente non avesse insegnato i concetti, ma un tecnico ha una visione propria pur attuando le stesse cose. Io mi devo attenere alla mia epserienza, alle mie capacità, ho delle nozioni in cui credo e cercherò di trasmetterle ai giocatori per cercare di risolvere parecchi grattacapi. Mancano 21 partite: numericamente sono tante ma concretamente c’è possibilità di lavorare sulle basi. Il mio cammino è cominciato da pochi giorni ed ho svolto solo tre allenamenti; sto cominciando a conoscere il gruppo e ad integrarmi. Ogni squadra è composta da tanti giocatori ed ogni giocatore ha tante aspettative perciò in questo momento non sono loro ad essere sotto esame ma lo sono io. Sarà mio compito infondere fiducia, ridare delle certezze e sicurezze alla squadra. In questo momento ci sono delle defezioni anche importanti nella squadra e non sono agevolato, però attraverso l’impegno penso che si possano raggiungere tanti obiettivi. Il perchè della scelta? Questa C1 me la sento un po’ mia. Non dico sia un atto d’amore, però mi sono sentito molto preso da questa situazione perchè insieme a tutte le componenti ho partecipato in modo tale che il Fano fosse in C1. Capisco che ci siano tante difficoltà, l’ambiente in questo momento non può essere contento, però io sono sicuro e convinto che alla fine riusciremo ad ottenere qualcosa di positivo. Fare programmi adesso è difficile perchè a me interessa la partita di sabato. E’ normale che non puoi chiedere al pubblico di stare vicino alla squadra, però cercheremo di avere l’attenzione necessaria affinchè ci sia accanto fareno di tutto in modo che ci siano vicino. Io ho solo una medicina: metterci tanta passione e tanto cuore proprio per i motivi che ho detto prima e sono convinto che a distanza la squadra possa risolvere tanti problemi”.

Giovanni Mei (Responsabile Area Tecnica): “Sono contento che sia Marco (Alessandrini, ndr) a sostituire Fontana al quale rivolgo tutti i migliori auguri per il prosieguo della sua carriera. Questa è stata una decisione molto sofferta da tutti; abbiamo apprezzato sia il lato umano sia l’aspetto tecnico però era diventata inevitabile. Chiudiamo un capitolo, ne apriamo un altro dove tutti noi della società ed i giocatori dovremo prenderci la responsabilità e tirarci fuori da questa situazione che è brutta ma non completamente drammatica. Noi abbiamo fiducia nei giocatori ed in Marco che conosce l’ambiente e le reazioni. Faccio un grande in bocca al lupo sia a Marco che a Gaetano che ha sofferto molto questa scelta”.

Il contenuto integrale della conferenza lo potrete ascoltare cliccando sul video.

Presentazione nuovo tecnico granata Marco Alessandrini
Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano