UNA BELLA ALMA BATTE ALL’ “ADRIATICO” IL PESCARA 2 A 1

DELFINO PESCARA 1936 vs ALMA JUVENTUS FANO 1906 1-2

 

Delfino Pescara 1936 (1’ tempo): Fiorillo,Balzano,Gravillon,Perrotta,Crecco,Kanoutè,Machin,Brugman (K),Antonucci,Dal Sole,Mancuso,

Delfino Pescara 1936 (2’tempo):

Kastrati,Ciofani,Scognamiglio,Perrotta,Crecco (68’ Balzano),Kanoutè,Machin (80’ Del Sole),Melegone,Capone,Marras,Monachello

Allenatore: Giuseppe Pillon

Alma Juventus Fano 1906 (1’ tempo): Sarr,Celli,Konatè,Sosa,Vitturini,Tascone,Selasi,Lazzari (K),Setola,Ferrante, Da Silva,

Alma Juventus Fano 1906 (2’ tempo): Sarr,Celli,Konate (58’ Morselli),Sosa (60’ Magli),Maloku,Acquadro,Selasi (60’Scimia),Ndiaye,Diallo,Ferrante (53’ Mancini), Cernaz

Allenatore: Massimo Epifani

 

Arbitro: Antonio di Martino sezione di Teramo

Assistenti:  Marco Chiocchi sezione di Foligno

                    Giuseppe Macaddino sezione di Pesaro

 

Reti: 23’ Mancuso rig. (PES),38’ Tascone (AJF),73’ Acquadro (AJF)

Calci d’angolo: 2/3

Minuti di recupero: 0’ + 3’

Spettatori: 400 circa

 

Pescara, 13 Gennaio – Amichevole di prestigio per l’Alma che arriva a Pescara con l’intento di non sfigurare oltre che iniziare a riprendere il ritmo gara in vista della prossimo impegno dove i granata saranno di scena a Terni per la prima partita ufficiale del 2019 contro la Ternana. Oltre Filippini e Voltolini fermi per smaltire i rispettivi infortuni mister Epifani ha dovuto fare a meno anche di Luca Lulli che si è accomodato in tribuna a causa di un affaticamento muscolare dovuto ai grandi carichi di allenamento che hanno caratterizzato le sedute di allenamento di questi giorni. Inizio di gara scoppiettante dove è subito il Pescara dopo quattro minuti a rendersi pericoloso con un calcio piazzato dal limite di Dal Sole che però non inquadra la porta di pochissimo. La risposta del Fano non tarda ad arrivare ed infatti è un potete destro di Selasi da fuori area a mettere i brividi a Fiorillo ma la palla va di poco alta sopra la traversa. Al 9’ è ancora la truppa di mister Epifani a farsi viva in are biancoazzurra, capitan Lazzari pennella una grande palla in area da calcio d’angolo dove trova la testa di Sosa che impatta bene ma trova una pronta risposta del numero uno locale che gli nega la gioia del gol. La svolta arriva al 23’ quando Celli atterra un Antenucci lanciato in area di rigore e per il signor Di Martino non ci sono dubbi e fischia il tiro dagli undici metri. Dal dischetto si presenta Mancuso che non sbaglia e firma così la rete che vale l’1 a 0 per il Pescara. L’Alma non ci sta e inizia con veemenza a cercare la via del pareggio che arriva al minuto 38 con Simone Tascone che dai venti metri lascia partire un potente destro che si insacca vicino all’incrocio dei pali e vale l’1 a 1 granata. Sulle ali dell’entusiasmo l’Alma sul finire di primo tempo crea altre due nitide palle gol, la prima con Da Silvi che servito in area da Vitturini prova la conclusione in diagonale ma trova i guanti di Fiorillo, la seconda con Konate che prova a ribadire la palla in rete dopo un rimpallo ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Nel secondo tempo i due allenatori cambiamo un po’ le carte in tavola ribaltando le rispettive formazioni, il primo squillo è granata e porta la firma di Maloku che dopo un bella discesa sulla fascia lascia partire un tiro in diagonale che però fa la barba al palo e si spegne fuori. E’ sempre l’Alma a riprovarci al minuto 68 con Ndiaye che ci prova con una conclusione da fuori che però non trova fortuna e finisce alta. Gli sforzi dell’Alma vengono premiati al 73’ quando da una respinta corta della difesa del Pescara la sfera finisce al limite dell’area sui piedi di Acquadro che calci al volo di prima intenzione e complice la fortuita deviazione di un difensore biancoazzurro spiazza Kastrati e insacca la rete che vale il vantaggio granata all’”Adriatico” di Pescara. Il Pescara nel secondo tempo costruisce poco e non riesce a rendersi mai pericoloso dalle parti di Sarr e le poche incursioni offensive sulle fasce laterali dopo la rete di Acquadro vengono stoppate dall’attenta retroguardia di mister Epifani. L’unico pericolo serio lo crea all’ultimo minuto Kanutè che da una punizione dai 20 metri lascia partire un bolide che scheggia l’incrocio dei pali e si spegne fuori. La gara non regala ulteriori emozioni e dopo tre minuti di recupero il signor Di Martino fischia la fine e decreta la vittoria dei ragazzi di mister Epifani che si impongono allo stadio “Adriatico” 2 a 1.

SALA STAMPA POST DELFINO PESCARA 1936 – ALMA JUVENTUS FANO 1906

mister Massimo Epifani

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano