RIPRESA ALLENAMENTI, INTERVISTA A MISTER FONTANA

Il pareggio contro il Rimini ha lasciato un po’ di amaro in bocca, considerata l’ottima prestazione degli uomini di mister Fontana che hanno scoccato tanti dardi, senza, però, centrare il bull’s eye.
A tornare sul match è il tecnico delle Aquile Gaetano Fontana che esamina al microscopio il match contro i biancorossi. “Le squadre adesso iniziano a conoscere il nostro modo di fare e giocano sull’aspetto del non farsi giocare perchè sanno che pratichiamo un certo tipo di calcio. Quello che non mi è piaciuto domenica è stato il non saper vivere quel momento, che può capitare; non possiamo pensare di avere sempre le partite in discesa ed avere la possibilità di giocare sempre comodamente come sovente abbiamo fatto. Ci sono delle partite ingarbugliate come quella di domenica e non ho gradito l’interpretazione di alcune circostanze. Abbiamo gestito male alcune fasi e siamo rimasti estremamente ligi sul compitino; fattore che non ci ha permesso di saltare la pressione avversaria. C’è da modificare qualcosina sotto quell’aspetto ed, insieme ai ragazzi, abbiamo sviscerato i contenuti della gara. E’ ovvio che sono esperienze nuove che vanno vissute per poi essere rielaborate e per trovare anche soluzioni. Io devo essere grato e ringraziare anche la gente che ci osserva perchè è estremamente paziente e capisce che questa è una squadra che si vuole mostrare attraverso le giocate che stiamo applicando. Molte volte capita l’errore ma la maturità e la comprensione di questo pubblico ci permettono di poter lavorare serenamente ed i ragazzi lo avvertono. La squadra è costruita su dei giovani sui quali bisogna lavorare, a cui si devono dare strumenti per la loro crescita e si cresce attraverso il vissuto che stiamo incamerando in quest’unica esperienza. Ed è ovvio che tante situazioni non possono essere così fluide come lo sono state in altre partite. Ma qui viene fuori la grande maturità di questa gente che ci sta sostenendo nonostante gli ultimi anni non siamo stati brillanti. E forse la cosa più bella da evidenziare è proprio questa: la voglia spasmodica dei miei ragazzi di mettere in pratica quello che hanno, la voglia di crescere giorno dopo giorno e la comprensione della gente che, anche di fronte all’errore, riesce ad accettarlo ed anche ad incoraggiare i ragazzi e questo, onestamente, è un piacere poterlo vivere e ribadirlo come sto facendo in questo momento perchè sono sensazioni sicuramente positive che arrivano a me e alla squadra per poter proseguire al meglio il nostro lavoro”.

Per il Fano un trittico niente male all’orizzonte: Carpi-Vis Pesaro-Triestina. “Ci sarà bisogno di tutti ed è la prima cosa che ho detto alla ripresa degli allenamenti. Per poter arrivare alla terza partita nelle migliori condizioni c’è bisogno di rotazione. Chiedo tanta intensità durante la settimana e durante le partite, per cui non cambierà il nostro trend. Magari c’è qualcuno che si è fatto preferire ad un altro in questo scorcio di campionato ma vi posso garantire che il livello o il margine è veramente sottile tra l’uno e l’altro quindi sono assolutamente convinto che chi scenderà in campo farà la propria parte e avrà anche l’occasione per dimostrare che effettivamente chi sta giocando in questo moneto non è superiore a chi si accomoda in panchina. Sono contento perchè i ragazzi sono allineati verso l’alto e ci sarà la prestaizone da parte di tutti di chi scenderà in campo”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano