INTERVISTA AD ISMAILA DIOP

Un giocatore tanto cuore molta grinta. Si potrebbe descrivere così, Ismaila Diop, il ’99 difensore senegalese che giganteggia nella cortina di ferro granata. Fisico imponente in antitesi all’animo dolce e gentile, l’alfiere fanese sfrutta al massimo le sue doti aree e i rilanci lunghi, puntando sulla sua possenza e forza esplosiva. A cinque centimetri dai due metri, nella gara contro la capolista Vicenza Diop non ha affatto sfigurato nell’inedito ruolo di terzino destro.

Anzi, come lui stesso ha rivelato, “ho iniziato il mio percorso calcistico proprio come terzino. Nella Primavera dell’Ascoli mister Di Mascio mi ha provato per la prima volta da centrale difensivo e sono rimasto al centro della difesa. Ma noi siamo giocatori e dobbiamo essere pronti a sacrificarci per la squadra. Qui c’è mister Fontana che mi aiuta a crescere e a migliorare dandomi le indicazioni utili da mettere in campo. Siamo fortunati ad avere un allenatore così bravo e preparato e dobbiamo essere pronti ad ascoltarlo e a seguire i suoi consigli sia in allenamento che in mezzo al campo”.

Novanta minuti in campo per il difensore granata che commenta così la gara contro la prima della classe: “E’ stata una partita tosta che abbiamo affrontato a viso aperto. Non è andata come speravamo perchè nel secondo tempo abbiamo vanificato il vantaggio della prima frazione di gioco. Sappiamo di attraversare un momento complicato ma dobbiamo cercare di fare le cose giuste continuando ad allenarci e lavorando su noi stessi. L’obiettivo fondamentale è quello di fare punti che sono necessari per il nostro prosieguo di campionato”.

Nonostante la scia negativa di risultati, il calciatore senegalese risponde con la massima serenità imperniata di saggezza: “Noi stiamo bene e continuiamo ad andare avanti concentrandoci sul prossimo avversario. La cosa più importante è non mollare mai, per nessun motivo. Questo momento è duro e difficile però noi siamo qui, pronti a dare tutto. Siamo calciatori e dobbiamo lavorare sempre e dare il massimo. Anche nei momenti bui dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa senza tralasciare nulla. Tra di noi parliamo tanto, cerchiamo di trovare le giuste soluzioni a ciò che non va e quali aspetti sono da migliorare. E siamo consci del fatto che domenica bisogna far punti”.

Domenica la partita da non sbagliare, quella con l’ultima marchigiana all’appello del girone di andata, la Fermana. “E’ una compagine con delle individualità importanti e che venderà cara la pelle. Ma anche noi abbiamo giocatori bravi e forti e lo abbiamo dimostrato in più occasioni. E’ giunta l’ora di riscattarci e di mettere in campo tutte le nostre potenzialità perchè c’è solo un risultato che dobbiamo raggiungere: la vittoria”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano