INTERVISTA AD ENRICO BALDINI

Nonostante la sosta forzata, i granata continuano ad allenarsi prima della pausa natalizia. L’Alma chiude, dunque, al giro di boa del girone di andata con la sconfitta casalinga contro la Virtus Verona, una battuta d’arresto dopo la bella prestazione fanese sul rettangolo verde del Manuzzi.

“Secondo me non c’è stata tanta differenza tra le due prestazioni a livello di motivazioni – dichiara l’esterno Enrico Baldini – . A Cesena era la prima del mister, forse c’era un po’ più di vivacità, elemento che ho riscontrato anche nel match contro la Virtus Verona. Personalmente ho recuperato due o tre palloni correndo all’indietro quindi non mi è sembrata molto diversa sotto l’aspetto dell’impegno e dello spirito di squadra. C’è stata, invece, differenza sugli episodi: con il Cesena dopo un minuto e mezzo eravamo in vantaggio e con un uomo in più; con la Virtus sapevamo che si sarebbero chiusi dietro ed è stata una partita più difficile dal punto di vista del gioco che della prestazione in sè”.

Baldini ha avuto anche l’occasione di riportare lo status quo con una punizione al veleno sventata, però, dall’estremo difensore veronese che gli ha impedito di poter esultare al suo eventuale primo gol su punizione. “L’avrò rivista 30 volte, è stato bravo Giacomel, se la mettevo un metro più in là era gol, però, ormai è andata. Io qualcosina in più potevo fare, ma è stato bravo anche lui a prenderla”.

Il calciatore fanese traccia anche un suo bilancio personale: “Sono abbastanza contento del mio percorso personale sia di atleta che di uomo, non però per i risultati della squadra. Sono felice di alcune prestazioni, anche se avrei voluto segnare qualche gol in più”; e della squadra: “Siamo partiti un po’ a rilento poi abbiamo inanellato dei risultati utili consecutivi fino alla gara con l’Imolese. Da lì la striscia negativa che ci ha risucchiati. Ci siamo ripresi un po’ nella gara contro il Cesena, ora dobbiamo approfittare del sosta per rimetterci in carreggiata e ripartire al massimo”.

Sul rinvio della prima di ritorno di campionato a gennaio: “Ci sono dei pro e dei contro: dopo Verona non vedevo l’ora di giocare la prossima con la Sambenedettese; da una parte però può esserci utile. Lavoriamo da poco con il mister e non abbiamo avuto tanto tempo assimilare i concetti e sedimentarli. La sosta, quindi, da una parte può agevolarci, dall’altra no perchè in tanti, come me, avrebbero voluto rifarsi dopo la prestazione contro la Virtus Verona”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano