INTERVISTA A VALERIO ZIGROSSI

L’Alma, per la seconda volta nell’ultimo ritorno in Serie C, deve fare i conti con i playout. Nella s.s. 2016/17 i granata riuscirono ad espugnare il Forlì e a mantenere salda la categoria e, a distanza di tre stagioni, la storia si ripete. Uno dei protagonisti di allora lo sarà anche in questa seconda battuta, vale a dire il navigato Valerio Zigrossi, che, nonostante la giovane età – classe 1996 – è al quarto anno di fila alle prese con la grana playout.

“Per due volte mi è andata bene, con il Cuneo e proprio con questa maglia contro il Forlì – dichiara il centrale fanese – . Ho ben impressa la gradinata festante a fine gara, con noi su di giri a sventolare le bandiere in campo, siamo stati un’unica cosa con i nostri tifosi, sicuramente il loro supporto ci mancherà in questa doppia sfida. Parliamo di partite tirate ed emozionanti, dove vince chi ha più carattere. Sono gare in cui conta la praticità, l’esperienza, ed il saper adattarsi al momento. Sicuramente averne giocate già diverse mi dà un qualcosa in più a livello mentale che cercherò di mettere a disposizione del gruppo. Bisogna essere il più pratici possibile. Lo scorso anno contro la Lucchese è andata meno bene anche se io alla lotteria dei rigori ho segnato, ma il passato è passato ed ora davanti abbiamo questa doppia sfida da giocare con il coltello tra i denti, per la società, per la piazza e anche per noi stessi”.

Riposti nel cassetto dei ricordi gli anni precedenti, Valerio ora è ben focalizzato sul prossimo obiettivo chiamato Ravenna: “Il campo ci mancava, abbiamo cercato, mi sento di dire con successo, di buttarci alle spalle tutte le scorie lasciate da questa situazione extra-ordinaria. Ovvio, a livello fisico qualcosa manca, ma come ho detto in precedenza queste partite le vinci con la testa. E poi tutte le squadre sono nella stessa situazione. Hanno deciso di farci giocare tutto in 180 minuti, possiamo essere d’accordo o meno sulla decisione, ma ormai il nostro unico obiettivo deve essere quello di arrivare all’ultimo secondo dell’ultima partita avendo buttato in campo tutto quello che abbiamo dentro ed anche di più”.

A proposito del Ravenna, il difensore granata lo incontrerà per la prima volta nella sua carriera, avendo fatto ritorno nella Città della Fortuna dopo l’ultimo match contro i giallorossi al Benelli: “È la prima volta che ci gioco contro, leggendo i nomi parliamo sicuramente di una compagine attrezzata, che rispettiamo, ma che non temiamo. Hanno giocatori di spessore come Mokulu, ma ho marcato anche Pjatek a Marassi in Coppa Italia, portando a casa la vittoria. Quando entro in campo lascio da parte i nomi sulle maglie e penso solo a dare tutto me stesso, per loro non sarà facile”.

Per Zigrossi i playout avranno un che di anomalo, tra un ritorno in campo figlio del lockdown e l’assenza assordante del tifo: “Sarà sicuramente diverso rispetto a quello cui siamo abituati. I nostri tifosi ci mancheranno tantissimo, ma saranno incollati alle tv e noi faremo di tutto per difendere la nostra città in loro assenza”.

E sull’orario più consono per poter disputare l’all in: “Non essendo inevitabilmente tutti noi al 100% e giocandoci tutto in 3 giorni, vien da sé che la decisione più logica sia quella di fare disputare le gare in orari serali. Non penso possano esserci sorprese in tal senso. Sarebbe quanto meno discutibile”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano