INTERVISTA A RICCARDO GATTI

Il caos creato dal coronavirus ha investito anche e soprattutto il mondo dello sport. Nel calcio, in Serie C, i gironi A e B hanno subito la scure della Lega Pro con la sospensione di ben due giornate ufficiali, il turno infrasettimanale di mercoledì 26 febbraio e domenica 1 marzo. Uno stop, dunque, forzato per gli uomini di mister Alessandrini che hanno saltato la gara con il Rimini e quella con il Carpi che si sarebbe dovuta disputare tra tre giorni.

Ad esprimere un pensiero sulla decisione attuata dalla Lega Pro è il difensore granata Riccardo Gatti che commenta così il divieto di gioco per queste due giornate di campionato: “Sicuramente è giusto prendere precauzioni, cercare di prevenire i possibili problemi, anche se, a mio parere, c’è troppo allarmismo e la situazione sta sfuggendo di mano – ammette l’alfiere scuola Atalanta – . La società, per venire incontro al fenomeno coronavirus, ha organizzato un incontro informativo ad inizio settimana con il dott. Stefanelli che ci ha illustrato sintomi, conseguenze e misure igieniche da adottare. E’ giusto fermare i campionati, anche se dispiace perchè avevamo preso entusiasmo contro l’Imolese ed eravamo carichi per andare a Rimini (nella partita che si sarebbe dovuta disputare ieri ma rinviata al 18 marzo, ndr). Ora dobbiamo essere bravi a gestire bene questo periodo di riposo perchè bisogna lavorare mantenendo alta la concentrazione che non è sempre facile quando non si ha un impegno ufficiale alle porte”.

Un’ordinanza che ha lasciato delle ripercussioni sui rinvii previsti, nel caso dell’Alma, per il 18 marzo (contro il Rimini) ed il 14 aprile (contro il Carpi): “Dovremo essere bravi a programmare il lavoro e a spingere. In ogni partita dovremo mettere dentro la benzina giusta per gestire il tempo in futuro. Saremo tutti chiamati in causa: anche chi avrà avuto meno occasioni per mettersi in mostra adesso dovrà fare la differenza. Parole d’ordine: rimanere tutti sul pezzo e dare qualcosa in più”.

Tornando all’ultima partita giocata contro l’Imolese, mister Alessandrini, oltre allo stesso Gatti e Tofanari, ha schierato, in difesa, i due nuovi innesti del mercato invernale Zigrossi (già titolare contro FeralpiSalò e SudTirol) e Cargnelutti. “Mi sono trovato bene – commenta il centrale – ma tutti lavoriamo duramente in settimana e sabato scorso s’è visto. Stiamo cercando di capire quello che ci chiede il mister e siamo alla ricerca del nostro equilibrio. Sono contento per Cargnelutti che ha esordito in una posizione non sua ed ha fatto una buonissima prova con tanto di assist vincente. Anche con Valerio (Zigrossi, ndr), che ha sostituito in queste gare Di Sabatino per un problema al ginocchio, c’è una bella intesa. Ci stiamo allenando al meglio in previsione delle 11 partite (chi non ha giocato sabato o domenica scorsa sono 12, ndr) in 50 giorni che dovremo disputare; perciò diventa fondamentale gestire bene le energie e rimanere tutti concentrati. E chi sarà chiamato in causa dovrà rispondere presente”.

La decisione dei rinvii ha, dunque, rimandato lo slancio di positività scaturito dalla vittoria contro i bolognesi al prossimo match contro la Vis Pesaro. “E’ un derby, abbiamo ancora il dente avvelenato dall’andata persa per 2-0 in casa ed è una grandissima occasione sia per continuare a fare punti ma anche per riavvicinare i tifosi ed il pubblico che sono stati feriti per i mancati punti in alcune partite. Abbiamo una ghiotta, anzi, la più ghiotta occasione per fare una bella vittoria fuori casa e riavvicinarli ancora un po’”.

A proposito della tifoseria, Gatti ringrazia i supporters granata per il calore e la passione dimostrati durante ogni partita dell’Alma: “I tifosi sono stati sempre dalla nostra parte e ci hanno sostenuto in tutte le situazioni. Hanno percepito che, nonostante le mille difficoltà trovate sul campo, il cuore ce lo mettiamo sempre e noi, dalla nostra, saremo sempre riconoscenti a questo spirito che hanno nei nostri confronti. Se vogliamo salvarci abbiamo tutti bisogno di dare il massimo e chiamiamo in causa anche loro perchè sono la spinta in più che può portarci all’obiettivo. Con l’augurio che possano continuare ad incitare noi ed anche la società che sta facendo di tutto per non farci mancare nulla e ci è sempre vicina”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano