INTERVISTA A BENJAMIN BOCCIOLETTI

Allenamento collettivo per i calciatori dell’Alma che si sono ritrovati nel primo pomeriggio odierno sulla piattaforma Zoom in compagnia del prof. Giovannelli e dello staff tecnico e medico per continuare il programma di esercizi. Mantenimento della performance e aggiornamenti costanti per cercare di capire quali saranno le sorti del calcio e, più nello specifico, del campionato di Serie C, ma anche un modo per ritrovarsi e stare insieme.

Ma i ragazzi dell’Alma non perdono occasione per tener salda la loro unione. Seppur a distanza, ad esempio, Benjamin Boccioletti è in costante competizione agonistica con Barbuti a suon di sfide alla play. “E’ un modo per tenerci compagnia e trascorrere del tempo insieme – dichiara il difensore granata. –

Come trascorri la quarantena? “Cucinando, allenandomi e giocando alla play a distanza con Barbuti. E’ un modo per . Con Riccardo abbiamo allacciato un bel rapporto già nel ritiro precampionato, mi sono sempre trovato bene con lui. Nel calcio quando ci sono certe amicizie è davvero importante e, al di là se si dovesse proseguire l’avventura insieme o meno, l’amicizia con lui rimarrà sempre”.

Una bella dichiarazione, quella verso il collega fanese, che testimonia la forza del gruppo e dell’armonia che aleggia tra tutti i componenti, nonostante la divisione “forzata” dovuta al Covid19, che ha devastato l’Italia e, tra le città, oltre a Fano, la vicina Pesaro, città natale di Boccioletti: “Per fortuna non c’è stato alcun problema, in famiglia stiamo tutti bene. E’ stata un po’ brutta perchè qui a Pesaro il virus si è diffuso a macchia d’olio e ci sono tante persone che hanno perso la vita, però adesso sembra che la situazione sia migliorata rispetto alle fasi iniziali”.

Ed il pensiero non può che andare verso un suo ex compagno di squadra alla Vis, Andrea Tessiore, uno dei primi casi di coronavirus in Serie C. “Andrea lo conosco bene, abbiamo giocato insieme lo scorso anno alla Vis. Quando ho saputo della vicenda, l’ho contattato e mi aveva detto di essere asintomatico, quindi non manifestava nulla. Ha trascorso la quarantena a Pesaro, ora è tornato a casa e per fortuna sta bene. Sono contento ne sia uscito fuori senza problemi”.

Nell’ultima gara in programma della Serie C fissata per l’8 marzo, c’era proprio il derby con la Vis, rinviata a seguito degli sviluppi che tutti conosciamo. Una gara che Benji avrebbe voluto giocare e dato continuità di prestazione. “L’arrivo di mister Alessandrini ha cambiato la mia stagione perchè mi ha dato fiducia e per questo lo ringrazio tanto. Dopo aver fatto un bel po’ di panchine, appena arrivato, mi ha subito infuso fiducia e non è da tutti, anzi. Penso che in pochissimi l’avrebbero fatto. Le prestazioni che ne sono scaturite sono la conseguenza della sicurezza ripagata: ero anche mentalmente positivo e ho giocato con estrema serenità. E’ stato un bel momento, peccato la pandemia che ha costretto me e tutti noi allo stop. Ero sulle ali dell’entusiasmo e volevo ancora dare tanto”.

E cinque mesi fa il suo brillante esordio contro il Cesena all’Orogel Stadium. Una chiamata da titolare inaspettata che il terzino ricorda così: “Ripensarla mi fa uno strano effetto: era la mia prima partita da titolare, avevo l’adrenalina in corpo, ma in campo era come se avessi sempre giocato. Non pensavo a nulla se non a svolgere il mio lavoro e credo che la prestazione sia stata frutto dell’iniezione di fiducia del mister che mi ha reso libero da ogni pensiero, come se avessi giocato dalla prima partita di campionato. Sono davvero contento di quella partita dominata in cui abbiamo dato il meglio di noi stessi”.

Dai ricordi all’attualità, la situazione è completamente capovolta. Il campionato infatti rischia di chiudere i battenti per via della pandemia. “Io vorrei tornare a giocare, guadagnarmi la salvezza sul campo – ammette Boccioletti – . Io, come tutti i calciatori, abbiamo voglia di scendere in campo e giocarci le chances che mancano al termine del campionato, ma, dall’altra parte, bisogna considerare la possibilità di un eventuale contagio ed il rischio di contrarre il virus è preoccupante”.

E, dando uno sguardo al futuro, Benji lancia un messaggio d’amore all’Alma: “Mi piacerebbe molto restare. Ho trovato fiducia e dimostrato che un posto, che sia da titolare o da subentrante, posso ritagliarmelo. Per questo vorrei proseguire la mia avventura con questa maglia”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano