SCONFITTA IMMERITATA

Sambenedettese (4-3-3): Frison, Di FIlippo, Ferrario, Radi, Pezzotti; Lulli, Berardocco, Sabatino; Mancuso, Di Massimo, Sorrentino. All. Palladini.

Alma Juventus Fano 1906 (4-3-1-2): Menegatti, Lanini, Ferrani, Zullo, Taino; Schiavini, Bellemo, Gualdi; Borrelli; Masini, Cocuzza. All. Cusatis

Arbitro: Alessandro Chindemi di Viterbo

Reti: Mancuso 85′

Note: Giornata di fine estate con cielo mite e temperatura intorno ai 26’

San Benedetto del Tronto – L’Alma perde 1 a 0 contro la Sambenedettese a causa di una ingenuità nel finale. Un risultato immeritato per la squadra fanese che ha tenuto sempre bene il campo. Rispetto alla gara vinta contro il Padova, Cusatis apporta due modifiche importanti quanto inaspettate all’undici iniziale. Zullo prende il posto di capitan Torta, mentre davanti bomber Gucci lascia spazio a Masini. L’atterraggio dei fanesi sulla gara è ottimo. I granata sono fluidi nel palleggio e riescono a tratteggiare trame di gioco armoniose. Al 25’ l’intesa Cocuzza-Borrelli porta il fantasista granata alla conclusione da pochi metri ribattuta in angolo. Da parte sua, la Samb invece predilige lo scambio rapido a metà campo puntando sulla velocità di Di Massimo e Pezzotti con quest’ultimo che in due occasioni, mette due palloni pericolosi che la difesa dell’Alma allontana. Insidioso al 30’ il traversone basso di Di Filippo bloccato a terra da Menegatti. Intorno al 35’ Palladini per provare a mettere in difficoltà i terzini fanesi, inverte gli esterni alti Mancuso e Di Massimo. I padroni di casa spingono sull’acceleratore a fine primo andando vicini al vantaggio al 45’: Di Massimo viene ispirato da una verticalizzazione di Sorrentino, ma il suo destro è disinnescato dai piedi di Menegatti. La ripresa inizia senza cambi da entrambe le squadre. Schiavini mette paura alla Samb con un colpo di testa su cross di Borrelli, il suo tentativo è respinto da Frison che devia in angolo. La reazione della Samb si materializza qualche minuto dopo. Pezzotti vola sulla sinistra e scodella in mezzo una palla perfetta che passa davanti a Sabatino e Di Massimo che non trovano la ribattuta vincente per una manciata di centimetri. Cusatis, intorno al 60’, capisce che la sua squadra ha bisogno di cambiare disposizione così disegna un 5-3-2: in difesa entra Torta per Schiavini, davanti Masini esce per Gucci. La Samb ci crede e aziona la spinta offensiva cercando la superiorità numerica sulle fasce. L’Alma si chiude e cera di ripartire in contropiede. Al 75’ Ferrario calcia forte al centro, Mancuso in girata di mancino fa la barba alla traversa: brividi per l’Alma. Quando meno te lo aspetti la Samb passa. ALL’85’ Gualdi perde palla, Pezzotti recupera e verticalizza per Mancuso che davanti a Menegatti non sbaglia. Dopo 4 minuti di recupero la Samb esulta

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano