RITORNO PLAY OUT, RAVENNA – AJ FANO 0-1

RAVENNA (3-5-2): 22 Cincilla, 9 Nocciolini, 10 Selleri (c) (1’st 26 Giovinco), 15 D’Eramo (11’st 20 Mawuli), 18 Mokulu, 19 Caidi, 25 Jidayi (27′ 5 Ronchi), 27 Papa (vc), 31 Zambataro, 32 Lora (11’st 6 Gavioli), 34 Cauz /27’st 7 Raffini). All: Claudio Treggia
A disp: 1 Spurio, 12 Salvatori, 2 Grassini, 5 Ronchi, 6 Gavioli, 7 Raffini, 17 Nigretti, 20 Mawuli, 21 Fiorani, 24 Mustacciolo, 26 Giovinco

ALMA JUVENTUS FANO (4-3-1-2): 1 Viscovo, 4 Gatti, 5 Said (1’st 14 Zigrossi), 8 Carpani (c) (39’st 26 Marino), 10 Baldini (9’st 19 Tassi), 11 De Vito (16’st 3 Diop), 15 Di Sabatino, 17 Amadio, 18 Parlati, 23 Tofanari (1’st 29 Cargnelutti), 27 Barbuti. All: Marco Alessandrini.
A disp: 12 Fasolino, 3 Diop, 13 Boccioletti, 14 Zigrossi, 19 Tassi, 21 Sapone, 22 Palombo, 24 Paolini, 26 Marino, 28 Rolfini, 29 Cargnelutti, 30 Kanis.

Arbitro: Luca Zufferli di Udine
Assistenti: Domenico Fontemurato di Roma 2 e Giuseppe Di Giacinto di Teramo
Quarto Ufficiale: Paride Tremolada di Monza

Reti: 33′ Carpani (F)
Ammoniti: 21′ Mokulu (R), Tofanari (F), 25′ Carpani (F), 32′ Di Sabatino (F), 7’st Cauz (R), 19’st Mawuli (R)
Espulsi:
Corner: 3-5
Recupero: 1^t 2′;2^t 5′
Note: Ravenna in muta rossa con rifiniture gialle e portiere in completo grigio; Fano in tenuta bianca con rifiniture granata con portiere in muta verde. Terreno in buone condizioni; Temperatura: 28°C
Spettatori: PORTE CHIUSE

E salvezza fu. Il 2-0 ipotecato all’andata si somma alla perla di capitan Carpani per un totale finale di 3-0 che decreta la tanto sperata e, soprattutto meritata, salvezza in Terza Serie. Sacrificio, sudore, passione, lotta e coraggio sono state le armi vincenti dell’arsenale dei ragazzi di mister Alessandrini, trascinati dal coinvolgente entusiasmo di suggellare al meglio questa stagione anomala.
Il Benelli quest’oggi è diventato ufficialmente il talismano di capitan Carpani, autore di ben due reti contro il Ravenna, una al ritorno di campionato, l’altra, pesante come un macigno, al ritorno dei play out. La sua rete al 33′, avvenuta grazie ad una perfetta intesa con l’ariete granata Barbuti, ha messo il timbro sulla Serie C e concretizzato “volere è potere”.
Nella ripresa, anch’essa come il primo tempo contraddistinta dal cooling break per via delle alte temperature, altre occasioni per mano dei granata: all’8’st punizione di Parlati, colpo di testa di Di Sabatino che viene spazzato via sulla linea dalla retroguardia avversaria. Al 24’st bell’azione di Tassi che si invola sulla fascia sinistra, mette indietro per Carpani che va al tiro ma Cincilla la afferra facilmente. Al 37’st ci prova di nuovo il giovane talento ascolano con un tiro rasoterra che sfila al palo sinistro dell’estremo difensore ravennate. Ultimo sussulto al 42’st con bomber Barbuti che va alla conclusione centrale, intercettata da Cincilla.
Al triplice fischio il tripudio di gioia dell’Alma che ha scritto un’altra importante pagina di storia. Quella di una “banda di ragazzini” che ha fatto girare la testa alle grandi ma con umiltà e tenacia ha saputo stringere i denti nei momenti ostici, spazzare via gli spettri del passato e raggiungere l’obiettivo con spensieratezza, coraggio e con la mente al “memento audere semper”.
Una dedica speciale, oltre ai ragazzi ed allo staff tecnico, va a tutto il management operativo ed organizzativo dell’Alma, a partire dal Presidente, ai dirigenti, alla segreteria, al marketing, al magazziniere, allo staff medico e a tutti coloro che hanno contribuito con la propria passione ed amore ai colori granata a questo importante traguardo.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano