POST ALMA – RENATE

ALMA JUVENTUS FANO-RENATE 2-2

ALMA JUVENTUS FANO (4-3-2-1): Miori; Lanini, Soprano (1’st Capellupo), Ferrani, Masetti (28’st Melandri); Torelli (28’st Camilloni), Schiavini (44’st Eklu), Lazzari; Varano (1’st Germinale), Filippini; Fioretti. A disp.: Thiam, Maddaloni, Favo, Rolfini, Costantino. All.: Cuttone.
RENATE (4-3-3): Di Gregorio; Anghileri, Di Gennaro, Teso, Vannucci; Antezza (35’st De Micheli), Pavan, Palma; Lunetta (23’st Mattioli), Gomez (5’st Finocchio), Piscopo (1’st Malgrati). A disp.: Cincilla, Savi, Makinen, Ungaro. All.: Cevoli.
ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale.
RETI: 33’pt Gomez (R), 6’st Fioretti (A), 16’st Pavan (R), 48’st Germinale (A).
NOTE: espulso al 43’pt Di Gennaro (R) per fallo da ultimo uomo; ammoniti Antezza, Di Gennaro, Varano, Germinale, Anghileri; angoli 5-4; recupero 2’+6’; spettatori circa 1200.

FANO Esce uno spettacolare 2-2 al Mancini, dove Alma e Renate regalano al pubblico un tourbillon di emozioni. Col rimpianto di non aver sgambettato la più grossa rivelazione del campionato, in una partita che però i granata hanno anche rischiato di perdere sino a qualche minuto dalla fine. Il punto, che interrompe una striscia di cinque sconfitte di fila, è un brodino caldo per stimolare la guarigione. Pronti-via e c’è già un brivido per i tifosi fanesi sul maldestro intervento di Ferrani, che sugli sviluppi della punizione di Palma per fortuna non coglie impreparato il proprio portiere Miori. Sceglie invece la porta giusta al 4’ Fioretti, il suo sinistro su imbeccata di Varano si spegne però sull’esterno della rete. Il bomber romano ci riprova di destro al 14’ sulla verticalizzazione di Filippini, trovando la decisiva respinta di Di Gregorio. La gara prosegue sui binari dell’equilibrio sino al 33’, quando il piazzato di Gomez fa secco Miori. Dalla curva fanese si alza comunque un <dai ragazzi noi non molliamo>, per un sostegno alla squadra che continua incessante. L’occasionissima per impattare ce l’ha al 43’ Fioretti, affossato in area da Di Gennaro sul lancio in profondità di Lazzari: espulsione per il numero 15 e rigore, che lo stesso attaccante si fa neutralizzare in corner da Di Gregorio. E l’1-1 non matura neppure sul relativo tiro dalla bandierina, coi tentativi in sequenza di Ferrani, Fioretti, Lazzari e Soprano tutti murati. Si va così negli spogliatoi e vi si rientra poi con svariate novità, complice l’infortunio sul finire del tempo di Soprano. Al 5’ un invitante cross di Torelli viene provvidenzialmente allontanato da Malgrati, anticipando il rapace Fioretti. L’1-1 è giusto rimandato, perché un attimo più tardi lo stesso Fioretti affonda la lama su assist di Germinale. Un fuoco di paglia, dato che al 16’ Capellupo si perde Pavan sullo schema da punizione di Vannucci ed il Renate si riporta avanti. L’Alma non demorde e al 21’ maledice Di Gregorio, prodigioso sull’incornata di Filippini ispirata da Germinale. Al 25’ altra chiamata per Miori, reattivo sul fendente di Pavan. Ancora da più lontano coglie la traversa al 36’ De Micheli, sfiorando l’1-3. Sibila il montante al 43’ la girata di Fioretti, sullo spiovente di Filippini. E’ il preludio al definitivo 2-2 di Germinale, micidiale in mischia.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano