INTERVISTA AD ANIELLO VISCOVO

Festa doppia tra le mura granata. A soffiare sulle candeline i due estremi difensori dell’Alma, Aniello Viscovo e Gaetano Fasolino, entrambi alle prese con il rush finale dei playout. Mancano infatti solo cinque giorni al primo dei due duelli e l’adrenalina scorre elettrica nelle vene degli uomini di mister Alessandrini.

Nello, avresti mai immaginato di festeggiare il compleanno con i tuoi compagni di squadra?
“A dire il vero non mi era mai capitato, solitamente in estate la regular season è già finita da un po’, addirittura questa stagione, in condizioni normali, sarebbe dovuta terminare il 26 aprile. Però ci speravo perché vuol dire, passato il periodo buio dovuto al Covid19, che stiamo tornando piano piano alla normalità e questo ci fa ben sperare anche per il futuro”.

Come sta proseguendo la preparazione in vista delle due gare dei playout?
“Ci stiamo allenando in maniera forte e decisa, sempre con l’obiettivo in testa di fare nostri questi playout. Abbiamo lavorato sodo sempre, anche durante il lockdown grazie ai programmi del prof. Giovannelli che ci ha sempre spronati, insieme a mister Alessandrini, ad essere pronti per una nuova ridiscesa in campo. Il tempo a nostra disposizione non è molto, ma ce la stiamo mettendo tutta per non farci trovare impreparati”.

Il lockdown è arrivato proprio nel momento in cui avevate iniziato la corsa verso la salvezza…
“Mi dispiace perché se non si fosse fermato il campionato sono sicuro che avremmo avuto grosse opportunità di salvarci direttamente senza playout. Eravamo sulle ali dell’entusiasmo dopo la bella vittoria casalinga contro l’Imolese ed avremmo avuto tre gare importanti contro Rimini, Carpi e Vis che ci avrebbero potuto rimettere in corsa”.

Come sarà affrontare due gare da dentro o fuori in 3 giorni?
“È un’esperienza nuova per me che non ho mai affrontato i playout in carriera, però dobbiamo ragionare come se fossimo in una competizione mondiale con partite decisive e ravvicinate. L’approccio deve essere lo stesso: determinato e focalizzato a non fallire l’obiettivo prefissato”.

Sabato prossimo sugli spalti non potrà essere presente il pubblico fanese. Quale messaggio vorresti lanciare ai nostri tifosi?
“Il fatto di non avere dalla nostra il pubblico mi rammarica molto perché i tifosi fanesi ci hanno sempre sostenuto. Ho ancora davanti agli occhi l’esultanza a fine gara contro l’Imolese, l’ultima partita che abbiamo vinto e lo abbiamo fatto dinanzi ai loro occhi. Poi il Covid ha spazzato via la possibilità di poterli avere ancora al nostro fianco qui al Mancini ma non ho dubbi che ci sosterranno davanti alla tv come hanno sempre fatto dall’inizio di questa stagione ad oggi”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano