INTERVISTA A SAMUELE PARLATI

All’andata, in terra bolognese, fu il match winner: azione personale di Baldini a bucare la difesa avversaria e sassata dalla distanza sotto al sette al 40’st. Samuele Parlati quel gol se lo ricorda bene: è uno dei tre messi a referto in questa stagione, il più importante perchè decisivo. Il vice capitano granata è anche il secondo marcatore della rosa alle spalle di Barbuti ed il primo in assoluto ad aver segnato al suo esordio con la maglia dell’Alma, nel match inaugurale contro la Samb. Un bilancio personale niente male per la mezzala ex Bisceglie, che non si accontenta e vuole di più: “Non si è mai soddisfatti del proprio score perchè fare sempre meglio è l’obiettivo del calciatore e del professionista. Ho messo a referto tre reti e ne avrei potute fare molte di più se avessi capitalizzato al meglio determinate occasioni. Per cui si va avanti cercando di fare sempre di più di quello che si è già fatto”.

Parlati non si nasconde e, riavvolgendo il nastro del match contro il SudTirol ammette la prestazione non proprio brillante dei granata: “E’ stata una partita abbastanza complicata. Non eravamo la solita Alma, che parte in maniera aggressiva; per i primi 10 minuti abbiamo subito la manovra avversaria senza essere incisivi. Può capitare in alcune partite di non essere al 100%, fa parte del percorso di una squadra. Però cercheremo di rifarci subito sabato sera nella partita casalinga contro l’Imolese”.

La prova in Alto Adige non è si è attestata sugli alti livelli della gara tra le mura amiche contro la FeralpiSalò, gara nella quale l’Alma avrebbe volentieri strizzato l’occhio ad un altro tipo di risultato. Ma per il centrocampista la mala gestio ad opera del direttore di gara non ha influito sulla gara di domenica scorsa: “Non credo, anche perchè siamo una squadra mentalmente pronta. Sappiamo che le difficoltà sono sempre dietro l’angolo. In questo momento non stiamo attraversando un periodo roseo ma lavoriamo duramente per uscirne. Non ritengo, però, che la gara contro i gardesani abbia inciso a livello mentale sulla nostra prestazione di Bolzano. Magari vincendo contro la Feralpi avremmo fatto la stessa partita domenica scorsa. Con il senno di poi si può ragionare su tutto, però noi affrontiamo partita dopo partita senza tornare a rimuginare su quel che è stato e che non si può cambiare”.

All’andata il match con l’Imolese mise a nudo le difficoltà della formazione rossoblù, ma quella di sabato sarà una gara diversa: “Nel mercato invernale si è rafforzata con acquisti di spessore, così come tutte le squadre del nostro girone – dichiara Parlati – , ma questa non deve essere una scusante. Incontreremo una squadra che viene da una sconfitta cocente ed avrà voglia di riscattarsi e la affronteremo con un approccio devastante come siamo bravi a fare. Dobbiamo credere in noi stessi e in ciò che sappiamo fare sfruttando al meglio le nostre capacità”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano