INTERVISTA A CARTE MHANDO SAID

“Mi sento bene e cerco di dare una mano alla squadra. L’importante è farsi trovare sempre pronti e sfruttare al massimo le occasioni che ci vengono date”. E di certo le sue ultime prestazioni hanno lasciato trapelare quella voglia di mettersi al servizio della squadra dando maggior freschezza ed energia alla manovra granata. Gambe lunghe, corsa felpata, dribbling ipnotico, Carte Mhando Said, negli ultimi match dal risultato opaco, ha dato quel quid di brillantezza in più, con tocchi e passaggi che hanno spesso messo in crisi i baluardi difensivi.

“Non è forte chi non cade, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi”, sussurra una famoso aforisma di Jim Morrison. Un insegnamento dal quale traggono ispirazione i ragazzi di mister Fontana dopo le ultime tre sconfitte. “Nello spogliatoio cerchiamo di viverla in maniera tranquilla. Quello che conta, alla fine dei giochi, è fare risultato. Se non si ha la lucidità per analizzare a freddo ciò che ci è mancato e la prossima gara che verrà, non si possono raggiungere gli obiettivi. Abbiamo bisogno di calma e serenità per poter lavorare e solo avendo fiducia nei nostri mezzi possiamo ottenere i risultati”.

Il fantasista napoletano non vuol sentir parlare di scoramento: “Abbiamo perso ma facendo delle grandi prestazioni. In campo abbiamo lottato con grinta e tenacia, senza mai risparmiarci. La pecca è stata non aver segnato e, quindi, non aver messo fieno in cascina. Alla fine la prestazione c’è stata, nell’ultima gara con la Triestina è stata evidente. Peccato aver preso quella rete che ha mandato in fumo tutto il nostro lavoro. Se solo non avessimo abbassato la guardia e mollato negli ultimi scampoli di gara, avremmo portato a casa un punto fondamentale per tutti noi, per il morale, per la classifica, e per i tifosi che sono stati splendidi. Il vero rammarico è esser tornati a mani vuote”.

A proposito del pubblico, il talento scuola Brescia elogia il tifo del Mancini: “I nostri supporters ci aiutano tantissimo, sia in casa che fuori e noi dal campo ascoltiamo i loro cori d’incitamento, benzina per i nostri motori. Sta a noi ricambiare la loro fiducia con un’ottima prestazione e qualche punto in più”.

Ed ora spazio alla nave Arzignano che attraccherà al porto fanese domenica 3 novembre alle 15:00. “Sarà una partita complicata ed ostica come tutte quelle che abbiamo affrontato sinora. Non sarà facile perchè arriverà con la voglia di riscatto. Noi dovremo dare il massimo, fare qualcosa in più rispetto alle gare precedenti ed ottenere bottino pieno”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano