INTERVISTA A BENJAMIN BOCCIOLETTI

Una prestazione al di sopra delle righe per Benjamin Boccioletti. Il terzino sinistro classe ’99 ha esordito in un match delicato, quello contro il Cesena di Modesto, sotto il diktat “vietato sbagliare”. Era la gara che doveva segnare il cambio di rotta, la virata necessaria per risollevarsi dai bassifondi. E l’Alma ha fatto suo il match dal 1′ al 90′, mantenendo inviolato il proprio fortino e mettendo a referto ben tre reti.
Lo sprint decisivo è partito dalle incursioni offensive dei terzini della retrovia granata, vere spine nel fianco per i bianconeri, che hanno dato dinamismo alla manovra.

E pensare che Boccioletti in estate non era stato riconfermato dalla squadra della sua città, la Vis, accettando la sfida Serie C con la maglia degli eterni rivali dell’Alma con la quale ha trovato la via del riscatto. “Non esser stato riconfermato è stata una grande delusione – ammette l’esterno – . Il Fano mi ha dato una grande possibilità di rimettermi in gioco e per me è stato motivante. Certo è che devo cercare di continuare a far bene ed applicarmi con costanza. Non è facile ripetersi ogni domenica, però ce la metterò tutta. Adesso devo approfittare della chance che ho per potermi giocare le mie carte e sfruttare le occasioni”.

E Boccioletti ha attuato il suo carpe diem contro il Cesena, appena il suo nome è spuntato dalle labbra di Alessandrini: “E’ stata una bella emozione perchè era una partita non facile da affrontare. Lo stadio, il clima, il blasone della squadra sono stati elementi molto particolari per un esordio, quindi è stato qualcosa di meraviglioso. Avermi dato fiducia con una squadra ed un campo del genere per me vuol dire tanto, dopo esser stato considerato poco in questi ultimi mesi”.

Una prestazione maiuscola nella quale a risaltare è il salvataggio sulla linea di un gol de facto di Valeri: “Avevo visto che il terzino loro si era infilato, era arrivato sul fondo e tirato in porta. Viscovo non l’aveva bloccata, io avevo l’uomo attaccato e la prima cosa che ho pensato era di buttarla subito via. Non ci ho pensato due volte e ho agito d’istinto. Non volevo prendere assolutamente gol: era la mia prima partita da titolare e non volevo sfigurare. Ci tenevo tanto”.

Il 4-0 ha spazzato via anche il j’accuse rivolto molto spesso al reparto difensivo, reo di aver incassato parecchi gol: “Siamo stati una difesa un po’ contestata anche perchè i risultati non parlano a nostro favore. Però devo dire che domenica siamo stati bravi a rispondere alle critiche. Non prendere reti con una formazione come il Cesena penso che ne sia stata una bella dimostrazione”.

E domenica, intanto, si chiuderà il cerchio dell’andata con la Virtus Verona: “E’ una squadra solida e compatta e non sarà facile portare a casa il risultato però anche loro ultimamente hanno lasciato qualcosa per strada. Anche se sono reduci da una sconfitta (contro la Reggio Audace, ndr) saranno motivati e non sarà sicuramente facile affrontarli”.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano