L’ALMA CADE A TERAMO

L’ALMA CADE A TERAMO

TERAMO CALCIO (4-4-2): 1 Rossi, 19 Scipioni, 23 Caidi, 6 Speranza (Cap.), 3 D’Orazio; 11 Petrella (80′ Di Paolantonio), 16 Ilari, 27 Steffè (86′ Petermann), 8 Bulevardi; 10 Sansovini (VK) (77′ Croce), 26 Jefferson. A disp.: 22 Calore, 2 Capitanio, 5 Altobelli, 13 Manganelli, 17 Cericola, 18 Forte, 21 Fratangelo, 24 Mantini, 28 Sales. All.: Nofri Onofri.

A.J.FANO (4-3-1-2): 1 Menegatti, 13 Lanini (46′ Cazzola), 6 Torta (Cap.), 5 Ferrani, 19 Taino; 23 Gualdi, 14 Bellemo, 8 Favo (53′ Zullo); 10 Borrelli (VK) (80′ Di Nicola), 9 Gucci, 22 Cocuzza. A disp.: 12 Andrenacci, 2 Zigrossi, 4 Carotti, 15 Masini, 17 Sassaroli, 18 Ingretolli. All.: Cusatis.

Arbitro: Davide Andreini di Forlì.
Assistenti: Dibenedetto di Barletta e Falco di Bari.

Ammoniti: Lanini (F), Taino (F), Gucci (F), Cazzola (F), Zullo (F).
Espulso: Cocuzza (F).
Reti: 4′ Sansovini (T), 34′ D’Orazio (T).
Note: (recupero 1′pt; 3′st).
Spettatori: (1.681, serata autunnale).

Teramo – Cade per la seconda volta consecutiva l’Alma che a Teramo perde 2 a 0 sotto i colpi di Sansovini e D’Orazio. Cusatis sceglie nuovamente la coppia centrale Ferrani Torta e davanti dà fiducia nuovamente a Gucci che parte titolare insieme a Cocuzza. A metà campo al posto dell’infortunato Schiavini, c’è Favo. L’approccio del Teramo sulla gara è ottimo: al 4’ passa già in vantaggio grazie a Sansovini che servito da Jefferson, dai 20 metri disegna una conclusione chirurgica che termina nell’angolino. I padroni di casa giocano con intensità creano grande pericoli alla porta difesa da Menegatti come al 21’ quando il portiere ospite deve disinnescare un mancino al volo di D’Orazio tanto preciso quanto potente. Il Teramo pressa alto e mette in difficoltà i giocatori granata che non riescono ad impostare. La superiorità è netta così la squadra di Nofri trova il bis al 35’ quando su calcio d’angolo Sansovini trova la testa di D’Orazio che insacca. Il tris potrebbe arrivare al 42, ma Petrella dopo un dribbling secco che gli permette di superare Taino colpisce il palo a Menegatti battuto. per l’Alma piove sul bagnato perché al 45’ Cocuzza viene espulso per una gomitata a Caidi. Nella ripresa il Teramo non aziona il freno a mano, ma spinge sull’acceleratore. Steffè al 61’ recupera palla a Borrelli e calcia al volo accarezzando al traversa. Ovviamente i ritmi diventano più blandi e il Teramo riesce a gestire meglio il risultato. Unica nota nel finale la punizione calciata lata di poco da Jefferson.

 

schermata-2016-09-24-alle-22-compressed