K.O ALMA

K.O ALMA

ALMA JUVENTUS FANO (4-3-1-2) Andrenacci; Lanini, Zigrossi (32’ st Cazzola), Ferrani, Taino; Bellemo, Carotti (17’ st Melandri), Schavini; Gabbianelli; Fioretti, Germinale (45’ st Masini) (Menegatti, Ashong, Favo, Filippini, Borrelli, Zullo, Capezzani, Gualdi, Camilloni). All.: Scardovi (Cuttone squalificato).
REGGIANA (4-3-1-2) Narduzzo; Ghiringhelli, Spanò, Rozzio, Contessa; Bovo (37’ st Calvano), Genevier, Sbaffo (33’ st Riverola); Carlini; Cesarini (42’ st Lombardo), Guidone (Perilli, Demalija, Maltese, Marchi, Sabotic, Panizzi, Trevisan). All.: Menichini.
Arbitro: Luciano di Lamezia Terme (Bercigli di Valdarno e Trovatelli di Pistoia).
Reti: 7’ pt Guidone (R), 25’ st Bovo (R).
Note: Spettatori 2.000 circa, di cui 200 provenienti da Reggio. Ammonito Lanini, Fioretti, Gabbianelli, Rozzio. Angoli 1-4, Recupero 2’ + 4’.

FANO – Passo indietro per l’Alma che cade in casa contro la Reggiana. Gli sopiti mettono la freccia del sorpasso già al 7’: dopo un buon avvio locale, Genevier imbecca Guidone che insacca alla prima conclusione dei suoi. Quinto sigillo stagionale per l’attaccante, che esulta sotto lo spicchio di curva dei 200 tifosi granata. Poco dopo Carlini, ben imbeccato da un compagno, prova la rovesciata in mezzo all’area ma il numero undici manca l’aggancio con la sfera. Cesarini, al 39’, ne salta tre e Bovo, da pochi passi, calcia fuori. L’Alma potrebbe passare con due occasione nitidie: prima con Gabbianelli, al 41’, quando dal limite dell’area colpisce il palo ma l’arbitro aveva fermato il gioco poco prima. Poi con Fioretti che da due passi sibila il palo.

La seconda frazione riparte da dov’era finita la prima, con la Reggiana che spinge. Cesarini e Sbaffo, nei primi 5’, scaldano i guanti del numero uno marchigiano. Il Fano emerge alla distanza, con Bellemo che colpisce alto di testa con Narduzzo protagonista di un’uscita non eccellente. Forcing che prosegue con Schiavini, il cui tiro dal limite, deviato, viene bloccato dall’estremo difensore granata. Nel momento migliore dell’Alma, ecco il raddoppio: al 25’, Ghiringhelli mette la sfera in area triangolazione Carlini-Sbaffo-Bovo, con l’ex Salernitana che insacca il suo secondo gol stagionale.

gabbianelli-gi-2