GRANDE VITTORIA

GRANDE VITTORIA

Mantova: Maniero; Cristini (82’ Ruopolo), Siniscalchi, Carini; Bandini, Di Santantonio (59’ Tripoli), Raggio Garibaldi, Zammarini, Regoli ; Caridi, Marchi. All:. Prima

Alma Juventus Fano 1906: Menegatti; Zigrossi, Zullo, Ferrani; Cazzola (70’ Lanini), Gualdi, Bellemo, Gabbianelli, Taino; Gucci (84’ Borrelli), Masini.All:. Cusatis.

Reti: 83’ Masini (R)

Arbitro: Daniel Amabili di Vicenza

Note: Ammoniti, Cazzola, Taino, Ferrani(A). Carini (M). Recupero 1’-3’. Spettatori circa 1.800.

Mantova – Il rigore realizzato da Masini dà la seconda vittoria consecutiva ai granata che dopo il Forlì, battono in trasferta il Mantova. Formazioni. I locali che devono fare i conti con diverse assenze, si schierano con il 3-5-2 e si affidano davanti alla coppia Caridi-Marchi. Modulo speculare per i granata che non abbandonano le certezze derivate dalla vittoria contro il Forlì. Cusatis, da un lato sceglie lo stesso schieramento, dall’altro cambia dietro spedendo Zullo in campo dal primo minuto per capitan Torta. In attacco Gucci fa compagnia a Masini. Il primo squillo della gara è dei mantovani con Di Santantonio che all’ottavo minuto arriva in ritardo all’appuntamento con il traversone di Caridi. Pericolosa invece la bordata di Cazzola al 19’ dalla distanza che non esce di molto sopra la traversa. Intorno alla mezz’ora lavora bene la squadra di Prina soprattutto con l’asse Regoli-Caridi: proprio da un’intuizione di quest’ultimo la palla arriva a Raggio Garibaldi il cui sinistro è potente ma non preciso. Il Mantova cerca di togliere il fiato alla squadra di Cusatis andando in pressing alto senza però mandare in difficoltà la retroguardia fanese che riesce sempre a trovare il disimpegno. Nel finale dà il gas l’Alma che sfiora il sorpasso: prima Gabbianelli approfittando del tacco di Gucci, costringe al tuffo Maniero, poi sempre l’ex Inter imbecca Masini in profondità che non trova l’aggancio solo davanti alla porta. La ripresa, che si apre senza cambi di modulo e di uomini, è subito effervescente. Gabbianelli con un tocco delizioso di tacco supera due mantovani e, arrivato nei pressi dell’area, calcia secco trovando la respinta di Siniscalchi, sul capovolgimento di fronte Di Santantonio recupera palla a Ferrani e vola verso la porta, salta due avversari e serve Caridi che solo al limite spedisce alto divorandosi una ghiotta opportunità. Buon momento del Mantova che si affida al 53’ allo spunto di Marchi che sulla sinistra salta Taino servendo in mezzo Di Santantonio che però non è puntale all’arrivo del cross. La vera occasione per l’Alma capita sui piedi di Gucci al 67’: Gabbianelli serve la punta toscana che supera in velocità Bandini e, puntando la porta, con un diagonale accarezza il palo. Il Mantova reagiste al 70’ quando Caridi suggerisce con un sinistro liftato Marchi, il cui colpo di testa accarezza l’incrocio. La tenacia dei granata viene premiata all’83’. Gabbianelli, le azioni più pericolose dei fanesi sono arrivate dai suoi piedi, rallenta e disegna di mancino una parabola per Gucci che all’interno dell’area è atterrato da Carini. Dopo un attimo di esitazione, il direttore di gara indica il dischetto da cui si presenta Masini che non sbaglia. Nel finale il colpo di testa di Ruopolo, nonostante sia preciso e puntale, non trova lo specchio.

image