CHE STORIA QUELLA DI CAPEZZANI

CHE STORIA QUELLA DI CAPEZZANI

FANO – Due gol nelle prime due gare da titolare tra i professionisti. Chiedimi se sono felice se lo sarà chiesto Lorenzo Capezzani, il biondino granata che ha ripagato alla grande la fiducia di mister Cuttone con due marcature. “Dico che in queste due gare ho avuto la fortuna o l’intuito di farmi trovare nel posto giusto al momento giusto – spiega Lorenzo -, in fondo una mia caratteristica è quella di correre tanto e farmi trovare nei punti nevralgici delle nostre manovre. In entrambi i casi ero ben posizionato e mi è andata bene. Ovviamente sono contento dei gol che mi ripagano di tutti gli sforzi fatti in questi mesi difficili, anche se come ho già detto, preferirei vincere e non segnare”.

Magari i gol da tre punti arriveranno nelle ultime gare: “L’importante è che arrivino le vittorie, grazie ai gol di qualsiasi mio compagno di squadra, perchè ora arrivano le ultime tre gare decisive, a cominciare da quella difficile di domenica contro il Modena, che ci diranno se sarà salvezza diretta o se saremo costretti a disputare i playout. In ogni caso dovremo cercare di vincerle tutte, perché al momento è ancora tutto possibile. Quindi si dovrà dare il massimo per puntare a vincere, poi vedremo. Io comunque vedo un Fano pronto, sicuro e deciso a lottare alla morte sino alla fine”.

Fano penultimo a 5 lunghezze dal Mantova che in questo momento sarebbe salvo perché sestultimo. Che prevede? “Di certo la vittoria del Mantova a Santarcangelo ha scompaginato parecchio, quindi ora per centrare la salvezza diretta bisognerà vincere sempre, e forse potrebbe non bastare. Eventualmente sarà fondamentale fare più punti possibili per conquistare il miglior piazzamento nella griglia playout: ovvero il quintultimo o quartultimo posto. Dopo di che ci giocheremo le nostre chance con immutata fiducia”.

Website Security Test