CESENA – AJ FANO 0-4, TABELLINO E CRONACA

CESENA (3-4-2-1): 33 Marson, 3 Valeri, 4 Rosaia, 5 Brignani, 6 Maddaloni, 7 Russini (29’st 18 Sarao), 8 De Feudis (c) (29’st 20 Zecca), 9 Butic, 24 Zerbin (17’st 16 Franco), 25 Brunetti, 28 Borello (17’st 27 Zampano). All: Francesco Modesto
A disp: 1 Agliardi, 30 Stefanelli, 16 Franco, 14 Pantaleoni, 18 Sarao, 20 Zecca, 23 Sabato, 26 Cortesi, 27 Zampano

ALMA JUVENTUS FANO (4-3-1-2): 1 Viscovo, 4 Gatti, 8 Carpani (c) (44’st 8 Carpani), 10 Baldini (37’st 30 Kanis), 13 Boccioletti (29’st 3 Diop), 15 Di Sabatino, 21 Sapone (29’st 5 Said), 23 Tofanari (37’st 2 Ricciardi), 24 Paolini, 26 Marino, 27 Barbuti. All: Marco Alessandrini
A disp: 12 Fasolino, 2 Ricciardi, 3 Diop, 5 Said, 7 Massardi, 14 Giorgini, 17 Gjuci, 25 Sarli, 29 Di Francesco, 30 Kanis

Arbitro: Adalberto Fiero di Pistoia
Assistenti: Paolo Cubicciotti di Nichelino ed Egidio Marchetti di Trento

Reti: 3′ rig. Barbuti (F), 10’pt Di Sabatino (F), 5’st Barbuti (F), 40’st Kanis (F)
Ammoniti: 19’pt Tofanari (F), 26’pt Di Sabatino (F), 26’pt Butic (C), 2’st Gatti (F), 11’st Rosaia (C), 17’st Zerbin (C), 20’st Marino (F)
Espulsi: 2’pt Brunetti (C)
Corner: 5-3
Recupero: 1^t 2′; 2^t 4′
Note: Cesena in maglia e calzettoni bianch i con pantaloncini neri e portiere in muta blu; Fano in tenuta granata con rifiniture bianche con portiere in muta nera. Terreno in buone condizioni. Temperatura: 6°C
Il capitano del Cesena consegna un mazzo di fiori sotto la curva bianconera in un onore di un tifoso scomparso
Spettatori: 9.571 di cui 8.715 abbonati e 120 provenienti da Fano

Succede di tutto all’Orogel Stadium di Cesena. Per l’Alma la vittoria sembrava ormai un lontano miraggio. Invece è successo quello che non ti aspetti. O meglio, quello che i tifosi volevano, ossia un cambio di rotta, e che si è avverato. E per di più alle soglie dell’8 dicembre, giorno per eccellenza del via agli addobbi natalizi. E sotto l’albero appena ornato, tra gli orpelli spuntano i tre punti.
La formazione di mister Alessandrini ricalca le ultime due schierate in precedenza dal suo predecessore Fontana, con qualche piccola variazione: in difesa spazio a Boccioletti al suo esordio con la maglia granata; in cabina di regia, Sapone e Marino coesistono insieme a Paolini e, in posizione più avanzata, c’è capitan Carpani a sorreggere i due punteros Baldini e Barbuti.
Dopo appena 46 secondi squillo bianconero in attacco avversario che mette sul chi va là i granata. Passano ancora pochi spiccioli di cronometro che Brunetti atterra in area Barbuti e Fiero di Pistoia decreta il penalty battuto da Barbuti che non sbaglia. Quarto centro stagionale per il bomber modenese che spazza via così i lontani fantasmi del rigore sbagliato contro il Rimini. All’8 bella giocata di Carpani per Marino che lancia Barbuti il quale va al tiro deviato in corner. All’11’ punizione di Baldini, torre di testa di Tofanari per Di Sabatino che in girata trafigge Marson e regala il 2-0 ai tifosi presenti al Manuzzi. Al 16′ Boccioletti corona la sua prestazione salvando sulla linea un gol praticamente fatto di Valeri. Al 16′ è capitan Carpani a tentare la sorte con un potente sinistro ma Marson sventa. Al 21′ il Cesena è pronto a festeggiare la rete dell’accorcio di Butic imbeccato da Borello, ma il fischietto toscano annulla per fuorigioco. Al 34′ Boccioletti crossa per Barbuti che però non prende bene la palla. Allo scadere i padroni di casa hanno l’occasione per andare in rete con Butic che si accentra e tira il bolide, ma Viscovo si rifugia in corner.
Nella ripresa, dopo appena 5 minuti, Russini da punizione sfiora l’incrocio dei pali. Gol mancato, gol subito: palla ai granata, Baldini la porta a spasso sulla fascia e, come ormai ci ha ben abituati, pennella una parabola da cineteca per Barbuti che, di testa, sorprende Marson e sigla la sua prima doppietta personale in maglia granata, nonchè quinto gol in campionato. Gara che viene condita da numerose ammonizioni ed incursioni nelle varie aree di appartenenza da parte di entrambe le compagini, con qualche punzecchiatura in più da parte dei padroni di casa in inferiorità numerica. In particolare Viscovo si rende protagonista intorno al 30′ di un paio di parate che salvano il fortino fanese. Ma al 40’st, non paghi, gli ospiti decidono di concedersi un’altra azione che impietrisce i cesenati: Barbuti sbroglia la matassa filtrandola per Said, il quale intuisce l’avanzata di Kanis sulla sinistra che la butta dentro per il poker. Seconda rete per il talento italo-marocchino che, da subentrato, mette il suo sigillo di ceralacca sul match.
Una gara dalle mille emozioni. Una serata fredda, umida, della quale i supporters granata ricorderanno il calore e la passione nell’incitare e nell’esultare con i propri beniamini ad ogni singolo gol.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano