BENTORNATA ALMA

GRANATA STRARIPANTI:  3 A 1 SUL GIULIANOVA

 

A.J.FANO (4-3-1-2): Ginestra; Marconi (29’ st Salvato), Torta, Mistura, Bartolini; Favo (43’ st Lucciarini), Lunardini, Borrelli; Chiacchiarelli (32’ st Mei); Gucci, Sivilla. A disp.: Marcantognini, Falsaperla, Gregorini, Camilloni, Gambelli, Buongiorno. All.: Alessandrini.

GIULIANOVA (4-2-3-1): Rossetti; Marini (39’ st Sborgia), Ferrante, Rossi, Marzucco; Gasparotto, Vita; De Iorio, Giampaolo, Silvestri (1’ st Mastrilli); Di Stefano (34’ st Cichetti). A disp.: Ursini, Ranieri, Beccaceci, Emili, Nannarone, Cerasi. All.: Giorgini.

ARBITRO: Pragliola di Terni.

RETI: 13’ pt Gucci, 30’ pt Borrelli, 13’ st Di Stefano, 22’ st Sivilla.

NOTE: spettatori 1500 circa. Espulsi per doppia ammonizione al 25’ st Mistura e al 28’ st Rossi. Ammoniti Rossi, Borrelli, Mistura Sborgia. Angoli: 3-1 per il Fano. Recupero: 1’, 4’.

FANO – Una strepitosa Alma inizia con il piede giusto questa nuova avventura: 3 a 1 al Giulianova grazie ad una prova convincente sotto tutti i punti di vista. Alessandrini riparte dall’ormai collaudato 4-3-1-2 con Mistura a sostituire Nodari squalificato e Chiacchiarreli impiegato come mezz’ala. I granata sbloccano il risultato al 13’: Lunardini mette in moto Gucci che, dopo aver vinto un contrasto con un difensore, supera il portiere con un sinistro potente. L’entusiasmo è straripante e al 19’ ancora Alma pericolosa su calcio d’angolo di Borrelli, Lunardini allarga per Sivilla che da buona posizione non centra lo specchio. Il 2 a 0 si concretizza al 30’ con una magia di Borrelli: respinta corta della difesa giuliese, la palla finisce sui piedi dell’ex Ancona che dai 25 metri fa partire un tiro meraviglioso che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. Il gioco passa dalla mente e dai piedi di Lunardini che si trova spesso a concludere come accade al 32’ quando dal limite fa partire una conclusione che sibila la traversa. Prima della fine del primo tempo apprensione per Ginestra per via di un rinvio sbagliato di Lunardini che attraversa tutto lo specchio dell’area di rigore. Ad inizio ripresa Sivilla ha una grande occasione, ma viene fermato dal palo e sul capovolgimento di fronte Di Stefano, dopo un batti e ribatti, accorcia le distanze. Il pallino del gioco rimane sempre in mano fanese, tanto che nel giro di due minuti i granata creano due grandi occasioni: al 63’ è Mistura a colpire il legno su colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Borrelli, mentre un giro di lancette dopo Gucci, assistito alla perfezione da Favo, avrebbe gioco facile nel segnare ma non colpisce bene la sfera. All’appello dei gol dei tre tenori, manca Sivilla che timbra il cartellino al 70’ con un diagonale chirurgico e imprendibile. L’Alma non si accontenta e cerca di nuovo la via del gol, ancora un legno si mette sulla strada dei fanesi: all’87’ Bartolini pennella da sinistra, Gucci si abbassa quel tanto che basta per imprimere alla palla la direzione giusta ma la sfera leviga la traversa. Nel conto va inserita l’espulsione di Mistura al 70′ per fallo di gioco. Al triplice fischio si torna alla vecchia ritualità: la squadra canta sotto la curva, i giocatori rispondono saltellando. Bentornato campionato, bentornata Alma.

Phone: 0721 828820
Fax: 0721 837329
via A. Toscanini
Italia, 61032 Fano